Corso online di Cantastorie

Corso online di Cantastorie
Corso di Cantastorie Online Interattivo

7 incontri e 14.0 ore di lezione a 89

Risveglia il cantastorie che c’è in te

Corso di lettura espressiva di fiabe, racconti e leggende
Le fiabe hanno bisogno di adulti che le raccontino, che rinnovino e tramandino il piacere di perdersi nella magia della narrazione. L’operazione del narrare e dell’ascoltare storie narrate è l’atto creativo e sociale per eccellenza, il primo atto di ricomposizione del sé e di connessione col gruppo.

Scopri le date
Cerchi altri corsi interattivi online?
Vedi corsi online

Non puoi raggiungerci? Arriviamo noi da te! Segui il corso in diretta streaming direttamente a casa tua!

CORSI ONLINE INTERATTIVI

  • Basta un'app semplice da usare
  • Non è un tutorial, troverai il docente e i corsisti, con numero massimo prefissato
  • Potrai ascoltare e vedere e, se vorrai, parlare e farti vedere
  • Prima e dopo l'incontro, una breve chat libera per scambiarsi saluti e... i compiti
  • Imparare e svagarsi, lontani eppur vicini: prova anche tu!

Le fiabe hanno bisogno di adulti che le raccontino, che rinnovino e tramandino il piacere di perdersi nella magia della narrazione. L’operazione del narrare e dell’ascoltare storie narrate è l’atto creativo e sociale per eccellenza, il primo atto di ricomposizione del sé e di connessione col gruppo.
L’arte dell’antica narrazione giullaresca dell’antico, propria dell’attività del cantastorie, è una tecnica di recitazione tutta protesa a suscitare i sentimenti dello stupore e della meraviglia, impregnata perciò di linguaggio evocativo, immaginifico e fantastico, di valore simbolico.
Si tratta dunque di un laboratorio introduttivo di tecniche e strumenti per la lettura ad alta voce di fiabe, racconti, leggende. Si affronterà la tematica di come raccontarle.
Si lavorerà sull’uso della voce: il ritmo, il mordente, il tono, il colore, il volume, le pause, il tempo; l’uso del corpo: il gesto, lo sguardo, il contatto, la mimica; sulla narrazione: la possibilità di aggiungere oggetti, pupazzi o burattini, travestimenti, rumori.

Giocheremo e ci trasformeremo in cantastorie, perché poi leggere non è altro che un modo per giocare con le parole, come ci insegna Gianni Rodari.
Io credo che le fiabe, vecchie e nuove, possano contribuire ad educare la mente. La fiaba è il luogo di tutte le ipotesi, essa ci può dare le chiavi per entrare nella realtà per strade nuove, può aiutare il bambino a conoscere il mondo, gli può dare delle immagini per criticare il mondo. Sarebbe bello che tutti facessero un lavoro che li impegna, li interessa e li diverte. Questa per adesso è un‟utopia, cioè una fiaba. Ma molte volte le fiabe si realizzano. Quello che diciamo può diventare vero. Il grande problema è dire le cose giuste per farle diventare vere. Lo possiamo fare anche scrivendo storie che facciano ridere: non c‟è niente al mondo di più bello della risata di un bambino. E se un giorno tutti i bambini del mondo potranno ridere insieme, tutti, nessuno escluso, sarà un gran giorno.‟

Il laboratorio quindi è l’occasione per ascoltare e ascoltarsi, raccontare e raccontarsi.
Per non dimenticare mai che le storie ben raccontate ci riportano alle meraviglie del tempo passato, ci mostrano la poesia del presente e ci fanno sognare le avventure del futuro.

Per tutti i nostri corsi rilasciamo un attestato di partecipazione in formato digitale che sarà possibile scaricare dal sito internet una volta terminate le lezioni.
Per questo corso è prevista la registrazione audio/video delle lezioni. Le registrazioni saranno disponibili per 30 giorni dalla lezione.

Vincenza Pastore

Dire & fare

Attrice professionista, cantastorie, performer, regista, speaker, facilitatrice di drumcircle,  formatrice di teatro e yoga.

Conduco percorsi di formazione nell’ambito del teatro e dello yoga in contesti sociali, aziendali, scolastici, collaborando con associazioni, enti e cooperative sociali. Realizzo e sviluppo progetti di intervento pubblici specifici e progetti di teatro sociale di comunità, portando avanti un mio percorso di ricerca e produzione artistica nel campo della arti performative e del teatro, realizzando diversi spettacoli con l’uso di diversi linguaggi che vanno dal video, all’arte figurativa, alla danza (Contamina).
Frequento la scuola Quelli di Grock, Campo Teatrale  e l’Ecole des Femmes diretta dal Maestro pedagogo Jurij Alschitz ed il Master Danza Musica e Teatro organizzato dal Teatro Due di Parma. Ho partecipato inoltre al Master di specializzazione di Alta Formazione: al Teatro Eliseo di Roma, al Piccolo Teatro e all’Accademia dei Filodrammatici di Milano. Tutto ciò mi ha permesso di incontrare differenti maestri e registi. Ho studiato inoltre con Cesar Brie e Mamadou Dioume e ho frequentato diversi laboratori con Danio Manfredini, Beppe Navello, Ascanio Celestini, Cristina Pezzoli, Claudio Morganti, Rafael Spregelburd, Motus, Teatrino Clandestino, Abbondanza Bertoni, Fanny Alexander, Eugenio Allegri, Boso, Paolo Nani,  Ricci e Forte e molti altri ancora. Ho partecipato per tre anni al festival della Biennale Teatro di Venezia, che mi ha dato la possibilità oltre che di incontrare grandi maestri internazionali anche di poter essere parte delle loro creazioni di studio, tra cui la performance con il regista drammaturgo Rodrigo Garcia. Da viaggiatrice mi sono appassionata alle arti performative indiane, ho partecipato al Festival Potlach di Fara Sabina tra Oriente e Occidente e  all’international Women’s Performing Arts Festival a Kolkata in India.

Ho collaborato sia per Teatri indipendenti che Teatri Stabili: Renzo Martinelli (Teatro i) Davide Iodice (Teatro Stabile Napoli), Leo Muscato (Teatro Stabile Marche), Serena Sinigaglia (Teatro Atir), Andrea De Carlo (Arena del Sole), Simon McBurny (Scala di Milano), Renato Sarti (Teatro della Cooperativa), Gigi Dall’Aglio, Balletto Civile Michela Lucenti (Teatro Due di Parma), Sergio Ferrentino Radiodrammi Rai2 Teatro Filodrammatici, Massimo Luconi (Festival di Radicondoli), Emilio Isgrò, Fabio Sonzogni (Teatro Out Off), Compagnia dell’Uovo e Stabile dell’Aquila,Compagnia Odemà (Cile), Oblò dell’Oblio (Emirati Arabi), Claudio Autelli (Teatro Litta), Gianni Lamanna, Teatro del Singhiozzo, I Bugiardi, Compagnia Tac Teatro, Campo Teatrale, Associazione Quinta Parte, OppArt, Manovalanza, Teatro delle Formiche, Mercedes Martini (Teatro Coccia di Novara) ed altri ancora.

Collaboro con la compagnia Contamina in progetti e performance urbane e faccio parte delle Compagnie Malviste, con cui porto avanti il teatro fragile di comunita’, per persone affette da alzheimer e over 60 e site specif project.

Ho vinto la Menzione Speciale al Concorso Nazionale Premio alla Vocazione Hystrio nel 2007.
Vincitrice del Premio Nazionale Giovani Realtà del Teatro 2008 presso Accademia Civica Nico Pepe.
Seconda al Premio Nazionale Attrici “La Parola ed il Gesto” di Imola 2007 .
Vincitrice del Premio del pubblico e seconda classificata al Concorso Perla del Tigullio di Genova 2012.
Vincitrice del Premio della Stampa e del Premio Iterculture al Festival Interculture di Catania 2013 con il corto “No potho reposare”.
Vincitrice del Festival Atto II Linguaggicreativi 2017 come Miglior Spettacolo votato dal pubblico con Confessioni di Una Donna Arbitra.
Vincitrice del Bando Expolis ed Arci Nazionale Teatro in Scena 2020 con “La vita come un canto”.

Come cantastorie, collaboro con il gruppo musicale Jurnatèr e Ignazio Pepicelli, autore e antropologo, nel recupero della tradizione popolare, formando il gruppo iFabbriCantori.

Partecipo a pubblicità, corti, documentari, video aziendali promozionali o formativi, sia come speaker che come attrice, collaborando con la Umbria Philms e con agenzie di eventi e comunicazione.
Ho lavorato come mimo per la Scala di Milano e per RadioLeib ad Altofest 2021, nel palinsesto, creazione, regia e speakeraggio del festival.
Sono clown di corsia presso gli ospedali e svolgo da diversi anni missioni umanitarie (India, Palestina, Africa), utilizzando lo strumento teatro e musica come ponte di unione e connessione.
Ho studiato pianoforte e  fisarmonica, danzo pizzica tarantella, mazurka e tango. Suono l’harmonium e la tanpura e sono iscritta al terzo anno al Conservatorio di Musica Extraeuropea ad indirizzo indologico a Vicenza, studiando ed appassionandomi alla Danza Katakh.

Porto avanti insieme al teatro e all’arte il percorso di ben-essere nella via yogica, sono istruttrice di nada yoga, kundalini yoga, pilates e yoga educativo per bambini ed adolescenti.

vedi tutti i corsi del docente >

Per poter partecipare a questo evento devi disporre di:
  • un collegamento internet (ADSL, fibra ottica o collegamento cellulare 3G o superiore)
  • un dispositivo qualsiasi tra i seguenti: PC, Mac, smartphone e tablet iOS e Android
  • auricolari, cuffie o casse acustiche e microfono (incorporati o collegati via cavo o in Bluetooth)
Prima dell'inizio ti invieremo tutte le informazioni per collegarti

Il prezzo totale del corso è di 89 € per persona.

Puoi pagare in uno dei seguenti modi:

  • Con bonifico bancario
  • Con Satispay
  • Con Carta di credito
  • Con PayPal

Qualche giorno prima dell'inizio ti invieremo una mail con tutti i dettagli per il primo incontro e per il pagamento.

Hai ulteriori domande? Consulta la sezione F.A.Q. oppure inviaci una mail all'indirizzo corsi@iltemporitrovato.org

Corso di Cantastorie Online Interattivo

7 incontri e 14.0 ore di lezione a 89 €

Scopri le date

 In 33 hanno già partecipato a questo corso!