Corso di Sangiovese un vitigno di nobili origini a Como

Corso di Sangiovese un vitigno di nobili origini a Como
Corso di Sangiovese un vitigno di nobili origini a Como

3 incontri e 6.0 ore di lezione a 79

Assai diffuso nel centro Italia, noto già in epoca etrusca, si declina in decine di cloni, tanto da essere definito tecnicamente un “vitigno-popolazione”. Frutto di un antico incrocio tra le varietà Ciliegiolo e Calabrese Montenuovo, descritto nel XVI secolo e ancora oggi oggetto di approfonditi studi che ne stanno svelando il grande potenziale vitienologico, il Sangiovese è il vitigno a bacca rossa più importante del Belpaese. Assai versatile, vinificato in acciaio dà vita a vini piuttosto immediati, affinato in legno origina nettari raffinati e complessi, in cui trama tannica e fresca acidità garantiscono una lunga e positiva evoluzione nel tempo. Eccelle in Toscana (Chianti Classico, Montepulciano e Montalcino), dà ottimi risultati anche in Romagna e in zone “minori”.

Scopri le date

Cerchi corsi più vicini a casa tua?
Vedi tutte le città

Il corso base di cinque lezioni costituisce un buon punto di partenza per esplorare il mondo del vino, fornisce ai partecipanti gli strumenti essenziali per poter degustare consapevolmente, tuttavia esistono alcune eccellenze enologiche italiane che richiedono particolari approfondimenti, poiché racchiudono pezzi di storia e antiche consolidate tradizioni.

Prima lezione:

– Caratteristiche e peculiarità del vitigno Sangiovese. Cenni storici e principali aree del suo insediamento. Il Chianti Classico, tra le zone di eccellenza di questa varietà. Come è cambiato il disciplinare di produzione (il più antico d’Italia) e le uve ammesse oltre al Sangiovee. Analisi delle principali sottozone di coltivazione e relativi tratti caratteristici, dalla provincia di Firenze (dove ci sono i Chianti più fini) a quella di Siena (dove, andando verso Sud, i vini si fanno più concentrati e potenti, passando dai più interessanti Comuni dove è coltivato, come Panzano, Castellina, Greve in Chianti sino a Castelnuovo Berardenga;

la degustazione: un Chianti Classico della zona nord, un Chianti Classico della zona sud, un Chianti Classico Gran Selezione, un Chianti Classico Riserva.

Seconda lezione:

– Il Prugnolo Gentile di Montepulciano (clone di Sangiovese del Comune di Montepulciano). Storia e caratterstiche di uno tra i vini più antichi d’Italia: il Vino Nobile di Montepulciano. Il suo disciplinare e la sua area di produzione. il Sangiovese Grosso di Montalcino (clone di Sangiovese del Comune di Montalcino, alla base del celebre Brunello); storia del Brunello di Montalcino, a partire dalle sperimentazioni di Biondi Santi; il caso “Brunellopoli”; analisi dei Brunello delle diverse sottozone di coltivazioni e l’evoluzione del disciplinare. Un vino che può essere anche un investimento;

la degustazione: un Vino Nobile di Montepulciano, un Vino Nobile di Montepulciano Riserva, un Brunello di Montalcino di una particolare zona, un Brunello di Montalcino di un’altra sottozona

Terza lezione:

– Il Sangiovese non è solo Chianti, Montepulciano o Brunello: introduzione alle zone cosiddette “minori”. Il Sangiovese di Romagna; un vino modesto sino a venti anni fa (tranne rare eccezioni), ma che oggi, grazie al lavoro e alla ricerca appassionata di tanti piccoli produttori e grazie a un disciplinare nuovo e più attento alla qualità e alle individuazioni delle aree di eccellenza, pur diverso da quello delle zone classiche toscane, mostra una grande personalità. I Sangiovesi di Toscana meno conosciuti: Maremma, Bolgheri, Aretino; zone da qualche anno emergenti e che meritano una disamina. Cenni sui Sangiovesi marchigiani, umbri e laziali. Cenni alle vinificazioni alternative del Sangiovese: Vin Santo Occhio di Pernice, spumante metodo classico bianco e rosé, rosato fermo;

la degustazione: un Romagna Sangiovese “base”; un Romagna Sangiovese Superiore Riserva; un Sangiovese Maremmano, un Sangiovese spumante rosé metodo classico

Ogni partecipante dovrà portare i tre calici da degustazione ricevuti al corso base (in alternativa sarà possibile acquistarli al prezzo totale di 10 €, previo preavviso via mail). Al primo incontro sarà consegnato il quarto bicchiere.

Per tutti i nostri corsi rilasciamo un attestato di partecipazione in formato digitale che sarà possibile scaricare dal sito internet una volta terminate le lezioni.

Roger Sesto

Calici & Fornelli

Roger Sesto, laureato alla Bocconi, è giornalista professionista dal 2003. Attento al settore dell’enogastronomia, enologia e analisi sensoriale, ha diploma Onav di assaggiatore, con frequentazioni ai corsi specializzati del Seminario Permanente Luigi Veronelli, è preparatore delle schede aziendali per la Guida I Vini di Veronelli e caporedattore di Veronelli EV e co-curatore della Guida Gli Spumanti d’Italia (Veronelli Editore) e organizzatore di eventi quali: Bordolese Day e Tutti i Colori del Bianco. Ha collaborato alle attività del Forum Spumanti.

Oggi, tornato a tutti gli effetti libero professionista, collabora con le seguenti testate: CIVILTÀ DEL BERE, Spirito di Vino, Corriere Vinicolo, Food & Beverage, GoWine. Tiene degustazioni tecniche, corsi di analisi sensoriale e di marketing enologico. È infine autore di alcuni volumi della collana “I Love Vino”, pubblicata dalla Gazzetta dello Sport in collaborazione con Gambero Rosso e Food Editore.

vedi tutti i corsi del docente >

Associazione Alfonso Lissi-Sala conferenze
via Ennodio, 10  Como

Il prezzo totale del corso è di 79 € per persona.

Si paga al primo incontro in contanti. In alternativa (ad esempio se si tratta di un regalo) è possibile pagare tramite bonifico bancario anticipato alle coordinate che invieremo via email qualche giorno prima dell'inizio del corso. Per alcune sedi è previsto anche il pagamento in assegno: verifica nella mail che ti spediremo.

Hai ulteriori domande? Consulta la sezione F.A.Q. oppure inviaci una mail all'indirizzo info@iltemporitrovato.org

Corso di Sangiovese un vitigno di nobili origini a Como

3 incontri e 6.0 ore di lezione a 79 €

Scopri le date